fbpx
Iscriviti alla Newsletter
Blog
CONDIVIDI
Condividi Condividi Condividi

Gender Equality: intervista a quattro “women in tech” di Atlantic

Affrontare il tema della Gender Equality in ambito lavorativo può risultare, a volte, complesso. Il mondo della consulenza digitale però, può creare nuove opportunità. Negli ultimi anni è stato meraviglioso, seppur naturale, vedere sempre più women in tech entrare a lavorare nella nostra azienda.

 

Il ruolo delle donne nel settore della consulenza ICT

Nella sede Atlantic di Milano, il 43% dei dipendenti è donna. Questa è un dato che vogliamo veder crescere, nonostante la maggior parte delle candidature per posizioni di consulenza tecnologica arrivino da uomini. Il Global Gender Gap Report 2020*, fornisce dati poco incoraggianti sulla figura della donna all’interno del panorama lavorativo nelle professioni STEM. D’altro canto invece, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri valuta positivamente la crescita delle iscritte all’Albo professionale: le donne ingegnere sono attualmente quasi 37.000, il 15,3% del totale, mentre erano il 12% nel 2012**. Proprio su questo vogliamo puntare! In Atlantic, da sempre, la parità di genere ha un ruolo fondamentale anche nella cultura aziendale.

 

Abbiamo intervistato 4 professioniste con background, ruoli e anzianità aziendale differenti per scoprire di più sulla loro storia in azienda e sulle prospettive future. Abbiamo chiesto come è stato l’ingresso nel mondo del lavoro, come si è sviluppata la loro carriera da “women in tech” e quali sono stati gli insegnamenti ricevuti in un’azienda come Atlantic. Ecco cosa ci hanno risposto.

 

“Quali sono stati gli aspetti rilevanti nel tuo percorso e la crescita verso un ruolo di responsabilità in Atlantic?”

loredana coccia donne e tecnologia

Loredana Coccia, CRM Senior Project Manager, Atlantic Technologies

Sono in Atlantic da più di 14 anni (dopo 7 anni in un’altra azienda di consulenza), un periodo per me di grande crescita professionale e umana. Lavoriamo in un contesto tecnologico e sappiamo tutti che quest’ambito è in continua evoluzione e che è fondamentale restare aggiornati. Ciò che di veramente importante ho imparato in Atlantic è che le competenze trasversali spesso fanno la differenza, sia nelle relazioni interne che nella gestione del cliente. Soprattutto, queste sono skill su cui si può lavorare e Atlantic è sempre pronta a supportarci in questa crescita.

Negli anni, ho imparato a delegare, dando la mia disponibilità come supporto. Questa è la parte che mi dà più soddisfazione, perché vedo le persone crescere e incamminarsi verso la loro strada. A mia volta, ho potuto cogliere altre opportunità che l’azienda ha messo a disposizione. In un contesto di crescita come quello che Atlantic sta vivendo negli ultimi anni, le occasioni possono essere davvero molte! Nel mio percorso, lo step successivo è stato quello di poter contribuire al coordinamento del gruppo CRM trattando aspetti come la strategia di business, la metodologia di lavoro, l’organizzazione, la gestione dei team e diverse azioni per mantenere alto l’engagement all’interno dell’area.

 

“Cosa ha avuto particolare importanza nel tuo percorso professionale in Atlantic?”

valentina castelli consulenza

Valentina Castelli, CRM Project Manager, Atlantic Technologies

Sono arrivata in Atlantic a Settembre 2015 come Business Analyst (Dopo una laurea in Ingegneria della produzione industriale e un’esperienza precedente, sempre in consulenza, di un anno e mezzo). Ho lavorato come Business Analyst per circa 2 anni e mezzo e poi ho ricoperto il ruolo di Stream Leader in progetti Sales e Einstein Analytics di Salesforce. Da Settembre 2018 ho iniziato il percorso da Project Manager prima in affiancamento a un PM molto esperto e poi in autonomia.
Se devo pensare a cosa ha avuto importanza nel mio percorso in Atlantic, sicuramente al primo posto c’è la possibilità, che qui ho sempre avuto, di mettermi alla prova. Ho lavorato con persone che mi hanno lasciato prendere i miei spazi e anche delle responsabilità, restando disponibili in caso di bisogno, ma senza prevaricarmi. 

 

Gender equality: fin dagli albori, un trend crescente 

“Come ti sentivi appena entrata in Atlantic e come ti senti oggi?”

Lucia La Fata, Office Manager, Atlantic Technologies

Sono entrata in Atlantic nel settembre 1997 la società era appena stata fondata da Marcelo. La mia prima mansione fu quella di trovare un ufficio per partire. Nel dicembre 1997 ci siamo trasferiti in Viale Sarca 223. (Dal 2018 ad oggi siamo nei nuovi uffici in viale Sarca 226). Ho iniziato come receptionist, mi occupavo di front office e back office, poi piano piano ho visto Atlantic crescere e di conseguenza anche il mio ruolo è cresciuto con l’azienda. Per quasi 20 anni mi sono occupata di contabilità clienti. Da settembre del 2019 sono diventata Office Manager, ruolo che mi entusiasma. Quando sono in ufficio è come se fossi in famiglia e tratto tutti i dipendenti come se fossero dei graditi “ospiti” venuti a casa. Cerco di allietare le loro ore in ufficio organizzando aperitivi, colazioni, feste e offrendo servizi come, ad esempio, i massaggi per la cervicale. Oltre a mantenere sempre un ufficio funzionale e accogliente come se fosse, appunto, casa mia. Ormai sono 23 anni, ma per me è come se fosse ieri: amo Atlantic e adoro il mio lavoro. Ieri ero una ragazzina inesperta e timida, oggi sono una donna contenta del proprio lavoro e con tanta voglia di continuare con lo stesso entusiasmo di 23 anni fa. 

 

L’assunzione di giovani neolaureate, che possano crescere in “casa Atlantic”, resta una costante, anche in questi ultimi anni. L’ultima domanda, infatti, è per Federica, ERP Consultant, nonché la più giovane delle intervistate.

 

“Di cosa ti occupi attualmente, e cosa vedi nel tuo futuro in Atlantic?”

federica colosimo consulenza atlantic technologies

Ad oggi la mia attività consiste principalmente nell’implementazione della soluzione HCM di Oracle Cloud e nello studio delle nuove funzionalità che questo servizio può offrire ai clienti. Nel futuro vedo proprio questo per me: nuovi progetti e rinnovato entusiasmo. Per iniziare, è stato entusiasmante poter collaborare per la realizzazione della demo HCM con Oracle. Un pochino più in là nel tempo, grazie alla mia passione per l’innovazione e per l’intelligenza artificiale, spero di poter apportare dei miglioramenti e delle novità nei processi già esistenti. Nel futuro quindi, mi aspetto proprio questo da Atlantic, un ambiente stimolante dove io possa aver voce e dove la mia voce possa essere a sua volta di stimolo agli altri. E per finire…mi aspetto di fare anche un po’ di carriera.

 

Se ti piace l’idea di lavorare in un ambiente inclusivo e friendly dove è possibile crescere, invia il tuo cv.

 

Gender gap e Women in Tech: lavoriamoci insieme

Oltre ad arricchire il nostro team e il mondo della consulenza tecnologica di talenti femminili, siamo coinvolti parallelamente in altre attività legate alla Gender Equality. Per tutti i dettagli, iscriviti alla newsletter.

 

 

 

Fonti

*Global Gender Gap Report 2020
**News Consiglio Nazionale degli Ingegneri